Dopo la gru. Ancora una rappresaglia

Giovedì 18 novembre. Lo avevano preso lunedì a Milano, mentre stava andando in Prefettura per cercare di impedire la deportazione dei 9 egiziani rastrellati sotto la gru dopo la cariche dell’8 novembre. Mohamed detto “Mimmo”, attivissimo nelle lotte degli immigrati bresciani, questa mattina è stato prelevato dalla cella di isolamento al CIE di via Corelli e condotto in aeroporto. A nulla sono valse le pressioni del suo avvocato e l’azione solidale degli antirazzisti milanesi che hanno occupato gli uffici aeroportuali di Egypt Air, la compagnia complice della deportazione.
Il volo delle 14,05 è partito con a bordo il suo bottino di guerra. La guerra dello Stato italiano contro gli immigrati che alzano la testa.
Nel pomeriggio, a Brescia, assemblea per far ripartire il presidio. Appuntamento alle 17,30 sul sagrato della chiesa di S. Faustino.

This entry was posted in brescia, C.I.E., cronache, milano and tagged , , , . Bookmark the permalink.