Cie di Gradisca: immigrati al freddo e dipendenti…

Come già dicevamo tempo fa il CIE di Gradisca continua a vivacchiare e non certamente bene. E’ arrivato l’inverno e i pochi reclusi imprigionati stanno protestando perchè dentro la struttura “modello” fa freddo e sono costretti a dormire vestiti. Non male visti i 17 milioni di euro spesi per il lager. Continuano anche i problemi per i dipendenti della Connecting People. Dopo i numerosi ritardi nell’erogazione delle paghe ora scatta anche la cassa-integrazione per 18 di loro. E tutto questo mentre dei lavori di ristrutturazione iniziati secoli fa non si sa nulla se non che sono ancora in corso e attualmente la struttura tiene solo 40 persone di fronte all’iniziale capienza di 250. Le rivolte degli anni scorsi hanno dato i loro frutti fino ad oggi.

Leggi la rassegna stampa degli ultimi giorni

This entry was posted in C.I.E., gradisca, rassegna stampa. Bookmark the permalink.