Gradisca: bloccati i lavori al CIE

I lavori di “messa in sicurezza” del lager gradiscano hanno subito un’immediata battuta d’arresto. Pare che vi siano delle irregolarità nelle offerte per il bando della ditta veneta cui erano stati assegnati. Si torna quindi ai blocchi di partenza.
Confermata l’apertura delle buste nella gara per la nuova gestione di CIE e CARA martedì 1 febbraio alle 10 in prefettura a Gorizia. Non tutti i concorrenti per la ghiotta torta sono noti. C’é di sicuro la cooperativa Minerva, la prima ad aver gestito il centro dopo l’apertura. Non si sa se si sia ripresentato il consorzio Connecting People: che le rivolte di questi anni li abbiano fatti desistere? Tra i candidati è comunque probabile vi siano altri aspiranti aguzzini.

Aggiornamento al 30 gennaio. Torna calda la situazione nel CIE, dove, nella serata del 29 gennaio una ventina di prigionieri ha dato fuoco a meterassi e coperte. Leggi qui l’articolo del Messaggero Veneto.

This entry was posted in C.I.E., gradisca, rassegna stampa. Bookmark the permalink.