Parma. Contestata la manifestazione contro il “degrado”

Lunedì 12 settembre il Movimento Nuovi Consumatori aveva promosso un corteo silenzioso in Oltretorrente contro la microcriminalità ed il degrado nel quartiere. Nel documento di indizione gli organizzatori chiedevano più repressione e polizia. Proprio nell’Oltretorrente, dove già si concentrano le “attenzioni” delle forze dell’ordine verso chi ha la sola colpa di essere privo di un pezzo di carta.
Pochi giorni prima, nello stesso quartiere, un ragazzo giovanissimo era stato minacciato e provocato da un carabiniere: solo le pressioni dei compagni accorsi sul posto hanno indotto il militare a cambiare i propri programmi.
Il presidente dell’associazione, molto vicino a Claudio Cavazzini, fascista dichiarato dell’Oltretorrente, consigliere di Allenza Nazionale nel consiglio di quartiere, in prima fila contro la “maleducazione” e per il decoro urbano, sempre descritte con chiaro intento razzista, ha dichiarato che la manifestazione non sarebbe stata politica ma composta solo da cittadini.
Antirazzisti ed anarchici hanno indetto una conferenza stampa, promossa dal gruppo anarchico Cieri e dalla Rete Diritti in Casa, nella quale hanno illustrato i veri problemi del quartiere. Uno per tutti: la tolleranza verso i proprietari italiani che affittano cantine come abitazioni. I compagni hanno ribadito la volontà di smascherare cortei razzisti nascosti sotto il cappello dei cittadini contro la microcriminalità. 
Poi è partito un contro corteo, cui hanno preso parte compagni e compagne di diversi gruppi, che hanno spiegato le ragioni della protesta ai tanti cittadini fermatesi ad ascoltare. 
Più che espliciti gli striscioni della manifestazione dei “cittadini”: “Meno clandestini a Parma”, “Meno stranieri nell’Oltretorrente”: i fascisti Bertoli de La Destra e Cavazzini di Alleanza Nazionale hanno partecipato al corteo. In Piazza Garibaldi, hanno insultato i compagni e le compagne che si trovavano, appena fuori dalla piazza, che hanno gridato forte “fascisti! fascisti!”. 
Le due manifestazioni hanno avuto molto spazio sulla stampa e sulle tv locali che, anche nei giorni precedenti, avevano dato risalto alla protesta degli antirazzisti e degli anarchici.
A fine corteo molte persone si sono avvicinate allo striscione degli antirazzisti che recitava “Sfruttatori, speculatori, razzisti è questo il vero degrado”: c’è stato un dialogo anche se con toni accesi, molti non sapevano di essere accompagnati in corteo da razzisti e fascisti dichiarati.
Due giorni dopo il presidente del movimento Nuovi Consumatori, tal Filippo Greci, ha tenuto a sottolineare che gli anarchici sono stati tutti denunciati dalla Digos.

Il comunicato/volantino diffuso dal gruppo Cieri/Fai

La sicurezza di chi?
La manifestazione indetta dal cosiddetto movimento dei nuovi consumatori parte da un’analisi della situazione per nulla condivisibile. Se in Oltretorrente esistono situazioni, che vengono definite spesso come ‘degrado’, la causa è da ricercarsi anche nel fatto che da tempo le condizioni abitative in quel quartiere sono andate peggiorando. È stato reso noto a tutti attraverso le ripetute denunce fatte dalla Rete Diritti in Casa che sono molteplici i casi di persone cui vengono affittati negozi, cantine, garage e tuguri con contratti di locazione ‘regolari’ a non meno di 400€-500€ al mese! Come spesso accade i proprietari degli immobili sono persone che possiedono ben più di un paio di alloggi e si può dire che vivono di rendita sfruttando l’impunità cui evidentemente vanno incontro nel dare in locazione luoghi inabitabili. Chiunque preferirebbe passare all’aperto più tempo possibile se l’alternativa è stare in una cantina. Com’è possibile che ci siano così tanti alloggi affittati in nero senza che nessuno dica nulla? Bisognerebbe  alzare la voce e denunciare chi affitta l’inaffittabile, chi sfrutta il lavoro nero e la rendita a nero, portare alla luce queste pratiche deprecabili che causano disagio economico, abitativo e sociale da un lato e arricchiscono chi ha già le tasche piene e grazie all’impunità di cui gode non ha paura più di niente.

Alcuni link dei giornali on line

http://oltretorrente-parma.blogautore.repubblica.it/2011/09/12/degrado-corteo-e-contro-corteo-e-insulti/
http://www.parmasera.it/i-comitati/degrado-in-oltretorrente-due-cortei-per-protestare-uno-contro-l%E2%80%99altro.jspurl?IdC=1618&IdS=1618&tipo_padre=0&tipo_cliccato=0&id_prodotto=11582&css=homepage.css&com=c
http://www.parmatoday.it/cronaca/corteo-degrado-oltretorrente-insurgent-city.html
http://www.parmaok.it/cronaca/corteo_piazzale_inzani_residenti_oltretorrente.aspx
http://www.gazzettadiparma.it/primapagina/dettaglio/1/102903/Degrado_in_Oltretorrente%3A_corteo_con_contestatori_in_piazza_Garibaldi.html

This entry was posted in cronache, parma and tagged , , , . Bookmark the permalink.